Richiedi una consulenza in studio gratuita!

Reddito d'impresa e cessione immobiliare da parte di privato


Il reddito generato dalla vendita di un immobile di categoria A/3 a seguito di un cambio di destinazione d’uso da categoria C/2 è considerato reddito d’impresa
Reddito d'impresa e cessione immobiliare da parte di privato

Cessione immobiliare da parte di privato e reddito d’impresa: risposta all'interpello all'Agenzia delle Entrate n. 152 del 27.5.2020.

Sono redditi d'impresa quelli che derivano dall'esercizio di imprese commerciali.
L'imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) è un'imposta diretta, personale, progressiva e generale.

Il reddito generato dalla vendita di abitazioni di categoria A/3, realizzate a seguito di una ristrutturazione con cambio di destinazione d’uso di un locale di categoria C/2, anche se svolte da una persona fisica “privata”, è considerato reddito d’impresa.

Le opere di ristrutturazione e risanamento conservativo sono necessari affinché le unità immobiliari siano considerate oggettivamente idonee all'uso abitativo e a richiedere il cambio della destinazione d'uso da locale di categoria C/2 per la realizzazione di  abitazioni  di categoria A/3.

L’attività in essere risulta finalizzata non al proprio uso o a quello della propria famiglia, bensì alla vendita delle abitazioni a terzi, previo ottenimento del cambiamento della destinazione d'uso, avvalendosi di un'organizzazione produttiva idonea e svolgendo un'attività protrattasi nel tempo.

Il reddito derivante è da intendersi come reddito d’impresa e ne consegue che il reddito generato dalla vendita delle suddette unità immobiliari deve essere considerato imponibile quale reddito rientrante nella categoria dei redditi di impresa di cui all'articolo 55 e successivi del TUIR.

L'articolo 55, comma 1, del TUIR dispone che "sono redditi d'impresa quelli che derivano dall'esercizio di imprese commerciali.

Per esercizio di imprese commerciali si intende l'esercizio per professione abituale, ancorché non esclusiva,  delle attività indicate nell'art. 2195 c.c., e delle  attività indicate alle lettere b) e c) del comma 2 dell'art. 32 che eccedono i limiti ivi stabiliti, anche se non organizzate in forma d'impresa".

Ai fini del reddito d'impresa, affinché si configuri l'attività commerciale è necessario che l'attività svolta sia caratterizzata dalla professionalità "abituale", ancorché non esclusiva e, in mancanza di tale elemento, l'attività commerciale esercitata "occasionalmente" è produttiva di un reddito inquadrabile nella categoria dei redditi diversi.

Secondo un consolidato orientamento della Corte di Cassazione, la qualifica di imprenditore può essere attribuita anche a chi semplicemente utilizzi e coordini un proprio capitale per fini produttivi.

L'esercizio dell'impresa può esaurirsi anche con un singolo affare in considerazione della sua rilevanza economica e delle operazioni che il suo svolgimento comporta e, a tal fine, "non rileva che le opere eseguite siano qualificabili quali opere di risanamento conservativo" (cfr. risoluzione dell’Agenzia delle Entrate del 20 giugno 2002, n. 204/E).

Sulla base del citato orientamento giurisprudenziale, in conformità a quanto già chiarito nella citata risoluzione dell’Agenzia delle Entrate n. 204/E del 2002, si ritiene che, nel caso di specie, gli interventi di tipo strutturale e cioè le "opere di ristrutturazione e risanamento conservativo" sono atti necessari affinché le tre unità immobiliari siano considerate oggettivamente idonee all'uso abitativo e  a richiedere il cambiamento della destinazione d'uso dell'unità immobiliare di categoria C/2 per la realizzazione di tre immobili di categoria A/3.

L'insieme degli atti posti in essere e unitariamente considerati configurano, quindi, un comportamento logicamente e cronologicamente precedente l'atto di cessione e strumentale rispetto all'incremento di valore, che evidenzia l'intento di realizzare un arricchimento (lucro).

L'attività compiuta deve considerarsi imprenditoriale dal momento che l'intervento sull'immobile originariamente C/2 di cui è proprietaria, risulta finalizzato non al proprio uso o a quello della propria famiglia, bensì alla vendita (delle tre abitazioni) a terzi, previo ottenimento del cambiamento della destinazione d'uso, avvalendosi di un'organizzazione produttiva idonea e svolgendo un'attività protrattasi nel tempo (cfr. risoluzione dell’Agenzia delle Entrate n. 204/E del 2002).

Ne consegue che il reddito generato dalla vendita delle suddette unità immobiliari deve essere considerato imponibile quale reddito rientrante nella categoria dei redditi di impresa di cui all'articolo 55 e successivi del TUIR.

Si precisa che la detrazione per le spese di recupero del patrimonio edilizio di cui all'articolo 16-bis del TUIR, spetta ai soggetti che possiedono o detengono, sulla base di un titolo idoneo, gli immobili oggetto degli interventi e che sostengano le relative spese.

Tra tali soggetti rientrano i proprietari o i nudi proprietari; nonché il futuro acquirente, se è stato stipulato un contratto preliminare di vendita dell'immobile regolarmente registrato (cfr. circolare Agenzia delle Entrate del 31 maggio 2019, n. 13).

 

 

Articolo del:



L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

Covid-19: credito d'imposta per sanificazione degli ambienti di lavoro

L'art. 30 del DL 8.4.2020 n. 23 (c.d. decreto "liquidità") ha previsto l'estensione del credito d'imposta per la sanificazione degli ambienti di lavoro

Continua

Il contratto preliminare di compravendita immobiliare

Il contratto preliminare di compravendita immobiliare è un contratto con cui le parti si obbligano a stipulare un successivo contratto definitivo

Continua

Bonus verde: cos'è e come funziona?

Bonus verde: per i pagamenti effettuati negli anni 2018, 2019 e 2020 è possibile beneficiare della detrazione IRPEF del 36% delle spese documentate

Continua

Registrazione dei contratti, sospensione causa Covid-19

I chiarimenti dell'Agenzia delle Entrate sulla registrazione dei contratti, le sospensioni e i versamenti conseguenti in base al decreto "Cura Italia"

Continua

Moratoria straordinaria sui mutui e finanziamenti  

Moratoria straordinaria sui mutui e finanziamenti  per aiutare le micro, piccole e medie imprese a superare la crisi connessa con l'epidemia da Covid 19.

Continua

Minor utilizzo o mancato utilizzo dei cespiti a causa del Covid 19

Coronavirus, quando è possibile modificare il piano di ammortamento per minor utilizzo o mancato utilizzo dei cespiti?

Continua

Erogazioni liberali per il contenimento e la gestione dell'emergenza Coronavirus

Coloro che effettuano erogazioni liberali per finanziare interventi di contenimento del Coronavirus hanno diritto a detrazioni e deduzioni

Continua

Decreto liquidità imprese: l'imposta di bollo sulle fatture elettronic

Ecco quali sono i termini di versamento dell'imposta di bollo sulle fatture elettroniche previsti dal D.L. 23/2020

Continua

Esercizio abusivo della professione di Commercialista

Cassazione penale del 16.04.2020 n. 12282: finalmente è stata fatta chiarezza sull'esercizio abusivo della professione di Commercialista

Continua

Regime forfettario: esclusi i soggetti residenti in Paesi extra-Ue

L'AdE chiarisce che sono esclusi dal regime forfettario i soggetti residenti in un Paese extra UE, pur se iscritti all'AIRE

Continua

Schemi di bilancio degli Enti del Terzo Settore (D.M. del 5 marzo 2020)

Pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale gli schemi di bilancio che gli Enti del Terzo Settore dovranno applicare a partire dal 2021

Continua

Cessione di quote in favore del socio di capitale

Chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate del 23 aprile 2020 n. 116 sulla cessione di quote in favore del socio di capitale e relativa partecipazione a utili e perdite

Continua

Commercialisti: onorari consigliati per le richieste delle indennità

L’Associazione Nazionale Commercialisti per l’anno 2020 ha aggiornato il prontuario sugli onorari consigliati

Continua

Covid-19: agevolazioni fiscali per le erogazioni liberali

Ecco quali sono le agevolazioni fiscali per privati e imprese che effettuano erogazioni liberali finalizzate al contenimento e alla gestione dell'emergenza Coronavirus

Continua

Dichiarazione dei redditi: detrazioni IRPEF 50% per lavori edilizi

Qual è la documentazione necessaria per una corretta compilazione relativa alle spese per i lavori edilizi che danno diritto alla detrazione IRPEF 50%?

Continua

Contributi Regione Piemonte per abbattere i costi dei finanziamenti

Contributi a fondo perduto finalizzati a sostenere le MPMI, comprese le imprese di autoimpiego di artigiani e commercianti senza dipendenti e i lavoratori autonomi

Continua

Detrazione IRPEF per interventi di riqualificazione energetica

Detrazione IRPEF per interventi di riqualificazione energetica: dichiarazione dei redditi anno 2019 (modello redditi 2020 e modello 730/2020)

Continua

Il “Bonus mobili” nella dichiarazione dei redditi 2020

“Bonus mobili”: nella dichiarazione dei redditi (modello 730/2020 e modello unico 2020) si ha diritto a una detrazione IRPEF del 50% per le spese sostenute

Continua

Bonus pubblicità 2020: il credito d’imposta è del 30%

Solo per quest'anno il credito d’imposta per le spese in pubblicità è previsto nella misura unica del 30%

Continua

POS: credito d’imposta pari al 30% sulle commissioni addebitate

POS: credito d'imposta pari al 30%. L’Agenzia delle Entrate, con il provvedimento del 29.04. 2020 n. 181301, ha definito i termini e le modalità della comunicazione

Continua

Cessione della detrazione IRPEF e IRES  per interventi "combinati"

Cessione della detrazione IRPEF dell'80% o 85% su interventi  “combinati “ di riqualificazione energetica  ed interventi antisismici su parti comuni condominiali

Continua

COVID-19, dispositivi di protezione individuale: sospensione Iva e dazi

Circolare 11/E del 6.5.2020: chiarimenti su esenzione Iva e dazi doganali per quanto riguarda  gli acquisti extra-UE di DPI connessi all' emergenza Covid-19

Continua

COVID-19: bonus botteghe, negozi, pertinenze e spese condominiali

La circolare n. 11 dell' AdE del 6.5.2020 ha fornito dei chiarimenti sul credito di imposta da applicarsi sui canoni di locazione delle botteghe, negozi e pertinenze

Continua

Fattura elettronica: la trasmissione non può essere posticipata

Non slitta il termine di trasmissione al Sistema d'interscambio della fattura elettronica anche se il dodicesimo giorno è festivo

Continua

CIGO e FIS: misure a sostegno di imprese e lavoratori nel DL 18/2020

Cassa Integrazione Guadagni Ordinaria (CIGO) e Fondo d'Integrazione Salariale (FIS), INPS messaggio n.1997 del 14 maggio 2020 / novità del DL 18/2020 "Cura Italia"

Continua

Detrazioni IRPEF del 19%: dichiarazione dei redditi anno 2019

Ecco quali sono tutte le spese che consentono una detrazioni IRPEF del 19% in sede di dichiarazione dei redditi anno 2019 (modello redditi 2020 e modello 730/2020)

Continua

Covid 19: possibilità di cessione dei crediti d'imposta

Covid 19: il DL 34/2020 (Decreto “Rilancio”), con l’articolo 122, prevede la possibilità di effettuare la cessione dei crediti d’imposta ad altri soggetti

Continua

Infortunio sul lavoro da COVID-19: circolare INAIL n. 22/20.5.2020

Infortunio sul lavoro da COVID-19: la rivalsa verrà portata avanti solo se risulterà che il datore di lavoro non ha attuato le misure di contenimento del rischio

Continua

IVA 4% per l’acquisto di veicoli adattati ai disabili

IVA 4% per l’acquisto di veicoli adattati ai disabili,  risposta all’ interpello Agenzia delle Entrate n. 159 del 29 maggio 2020

Continua

Covid 19: trasformazione delle detrazioni fiscali e credito d'imposta

DL 19.5.2020 n. 34 (DECRETO RILANCIO): articolo 121 sulla trasformazione delle detrazioni fiscali in sconto sul corrispettivo dovuto e in credito d'imposta cedibile 

Continua

Covid-19: credito d'imposta per la locazione e l'affitto d'azienda

Ecco cosa prevede il Decreto Rilancio e l'AdE sul credito d'imposta per i canoni di locazione degli immobili a uso non abitativo e affitto d'azienda

Continua

Covid 19: istanza per il riconoscimento del contributo a fondo perduto

Il Decreto Rilancio, al fine di sostenere i soggetti colpiti dall'emergenza epidemiologica "Covid-19" riconosce un contributo a fondo perduto: ecco come richiederlo

Continua

Periodi non coperti da contribuzione, le novità del DL 4/2019

Il DL 4/2019 prevede la facoltà di riscattare periodi non coperti da contribuzione: modalità, tempisstiche e detrazioni

Continua

Bonus vacanze: chi e come si ha diritto al bonus?

Finalmente sono arrivate le vacanze, vediamo chi e come si ha diritto al Bonus

Continua

Detrazioni per riqualificazione energetica e interventi antisismici

Detrazioni per riqualificazione energetica (cd. ecobonus) e per interventi antisismici (cd. sisma bonus)

Continua