Richiedi una consulenza in studio gratuita!

Società tra professionisti (STP)


Società tra professionisti: cos'è e come funziona una STP. Società tra professionisti mono e multi disciplinare.
Società tra professionisti (STP)

La Società tra professionisti, STP, è stata introdotta e riconosciuta nel nostro ordinamento come società mono o multi disciplinare regolamentata dal D.M. 8 febbraio 2013 n. 34, portante il “Regolamento in materia di società per l’esercizio di attività professionali regolamentate nel sistema ordinistico”.

Tale decreto ministeriale ha infatti provveduto a definire i modelli di società, l'oggetto della prestazione professionale e la sue modalità di esecuzione da parte del socio professionista.

Nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana n.81 del 6 aprile 2013 è stato pubblicato il decreto 8 febbraio 2013, n.34 recante "Regolamento in materia di società per l'esercizio di attività professionali regolamentate nel sistema ordinistico, ai sensi dell'articolo 10, comma 10, della legge 12 novembre 2011, n.183”.

 L'art.2, comma 1, del decreto suddetto dispone che le disposizioni del regolamento si applicano alle società per l'esercizio di attività professionali regolamentate nel sistema ordinistico, la cui costituzione é consentita ai sensi dell'articolo 10, commi da 3 a 11, della legge 12 novembre 2011, n.183.

 Al riguardo si rileva che l'art. 10, commi da 3 a 11 della legge 183/11 e s.m.i., recante "Riforma degli Ordini professionali e società tra professionisti”, prevede che:

1- é consentita la costituzione di società per l'esercizio di attività professionali regolamentate nel sistema ordinistico secondo i modelli societari regolati dai titoli V e VI del libro V del codice civile.

2- Le società cooperative di professionisti sono costituite da un numero di soci non inferiore a tre.

3- Possono assumere la qualifica di società tra professionisti le società il cui atto costitutivo preveda:

a) l'esercizio in via esclusiva dell'attività professionale da parte dei soci;

b) l'ammissione in qualità di soci dei soli professionisti iscritti ad ordini, albi e collegi, anche in differenti sezioni, nonché dei cittadini degli Stati membri dell'Unione europea, purché in possesso del titolo di studio abilitante, ovvero soggetti non professionisti soltanto per prestazioni tecniche, o per finalità di investimento.

In ogni caso il numero dei soci professionisti e la partecipazione al capitale sociale dei professionisti deve essere tale da determinare la maggioranza di due terzi nelle deliberazioni o decisioni dei soci; il venir meno di tale condizione costituisce causa di scioglimento della società e il consiglio dell'ordine o collegio professionale presso il quale è iscritta la società procede alla cancellazione della stessa dall'albo, salvo che la società non abbia provveduto a ristabilire la prevalenza dei soci professionisti nel termine perentorio di sei mesi;

 c) criteri e modalità affinché l'esecuzione dell'incarico professionale conferito alla società sia eseguito solo dai soci in possesso dei requisiti per l'esercizio della prestazione professionale richiesta; la designazione del socio professionista sia compiuta dall'utente e, in mancanza di tale designazione, il nominativo debba essere previamente comunicato per iscritto all'utente;

 c-bis) la stipula di polizza di assicurazione per la copertura dei rischi derivanti dalla responsabilità civile per i danni causati ai clienti dai singoli soci professionisti nell'esercizio dell'attività professionale;

d) le modalità di esclusione dalla società del socio che sia stato cancellato dal rispettivo albo con provvedimento definitivo.

4- La denominazione sociale, in qualunque modo formata, deve contenere l'indicazione di società tra professionisti.

5- La partecipazione ad una società è incompatibile con la partecipazione ad altra società tra professionisti.

6- I professionisti soci sono tenuti all'osservanza del codice deontologico del proprio ordine, così come la società è soggetta al regime disciplinare dell'ordine al quale risulti iscritta. Il socio professionista può opporre agli altri soci il segreto concernente le attività professionali a lui affidate.

7- La società tra professionisti può essere costituita anche per l'esercizio di più attività professionali.

8- Restano salve le associazioni professionali, nonché i diversi modelli societari già vigenti alla data di entrata in vigore della presente legge.

9- Ai sensi dell'articolo 17, comma 3, della legge 23 agosto 1988, n.400, il Ministro della giustizia, di concerto con il Ministro dello sviluppo economico, entro sei mesi dalla data di pubblicazione della presente legge, adotta un regolamento allo scopo di disciplinare le materie di cui ai precedenti commi 4, lettera e), 6 e 7. 11.

La legge 23 novembre 1939, n. 1815, e successive modificazioni, è abrogata."

Si rileva che l'art. 3 del decreto concernente "Conferimento dell'incarico" stabilisce che le prestazioni oggetto dell'incarico possono essere eseguite solo dai soci in possesso dei requisiti richiesti per l'esercizio della professione svolta in forma societaria.

L'art. 4 recante "Obblighi di informazione" al comma 2 dispone che, al fine di garantire il diritto del cliente di scegliere i professionisti, la società professionale deve consegnare al cliente l'elenco scritto dei singoli soci professionisti, con l'indicazione dei titoli o delle qualifiche professionali di ciascuno di essi, nonché l'elenco dei soci con finalità d'investimento.

L'art. 6 concernente "Incompatibilità" al comma 1 stabilisce che, così come previsto dall'art. 10, comma 6, della legge 183/11 citato in premessa, i soci non possono partecipare a più di una società professionale. Tale incompatibilità si determina anche nel caso della società multidisciplinare e si applica per tutta la durata della iscrizione della società all'ordine di appartenenza.

Il comma 3 dell'art. 6 dispone che il socio con finalità di investimento può far parte della società professionale:

a) sia in possesso dei requisiti di onorabilità previsti per l'iscrizione all'albo professionale cui la società é iscritta ai sensi dell'articolo 8 del presente regolamento;

b) non abbia riportato condanne definitive per una pena pari o superiore a due anni di reclusione per la commissione di un reato non colposo e salvo che non sia intervenuta riabilitazione;

c) non sia stato cancellato da un albo professionale per motivi disciplinari".

Costituisce requisito di onorabilità ai sensi del comma 4 dell'art.6 la mancata applicazione, anche in primo grado, di misure di prevenzione personali o reali.

Il comma 6 dell'art. 6 dispone che "Il mancato rilievo o la mancata rimozione di una situazione di incompatibilità, desumibile anche dalle risultanze dell'iscrizione all'albo o al registro tenuto presso l'ordine o il collegio professionale secondo le disposizioni del capo IV, integrano illecito disciplinare per la società tra professionisti e per il singolo professionista".

Il capo IV del decreto recante "Iscrizione all'albo professionale e regime disciplinare" dispone all'art. 8 che:

1- La società tra professionisti é iscritta in una sezione speciale degli albi o dei registri tenuti presso l'ordine o il collegio professionale di appartenenza dei soci professionisti.

2- La società multidisciplinare é iscritta presso l'albo o il registro dell'ordine o collegio professionale relativo all'attività individuata come prevalente nello statuto o nell'atto costitutivo.

L'art. 9 concernente "Procedimento" prevede che "la domanda di iscrizione di cui all'articolo 8 é rivolta al consiglio dell'ordine o del collegio professionale nella cui circoscrizione é posta la sede legale della società tra professionisti ed é corredata dalla seguente documentazione:

a) atto costitutivo e statuto della società in copia autentica;

b) certificato di iscrizione nel registro delle imprese;

c) certificato di iscrizione all'albo, elenco o registro dei soci professionisti che non siano iscritti presso l'ordine o il collegio cui è rivolta la domanda.

Il comma 3 dell'art. 9 dispone che il consiglio dell'ordine o del collegio professionale, verificata l'osservanza delle disposizioni contenute nel presente regolamento, iscrive la società professionale nella sezione speciale di cui all'articolo 8, curando l'indicazione, per ciascuna società, della ragione o denominazione sociale, dell'oggetto professionale unico o prevalente, della sede legale, del nominativo del legale rappresentante, dei nomi dei soci iscritti, nonché degli eventuali soci iscritti presso albi o elenchi di altre professioni.

 L'art. 10 recante "Diniego dell'iscrizione" prevede che:

1- Prima della formale adozione di un provvedimento negativo d'iscrizione o di annotazione per mancanza dei requisiti previsti dal presente capo, il consiglio dell'ordine o del collegio professionale competente comunica tempestivamente al legale rappresentante della società professionale i motivi che ostano all'accoglimento della domanda. Entro il termine di dieci giorni dal ricevimento della comunicazione, la società istante ha diritto di presentare per iscritto le sue osservazioni, eventualmente corredate da documenti. Dell'eventuale mancato accoglimento di tali osservazioni é data ragione nella lettera di comunicazione di cui al comma 2 del presente articolo.

2- La lettera di diniego é comunicata al legale rappresentante della società ed e' impugnabile secondo le disposizioni dei singoli ordinamenti professionali. E' comunque fatta salva la possibilità, prevista dalle leggi vigenti, di ricorrere all'autorità giudiziaria.

L'art.11 recante "Cancellazione dall'albo per difetto sopravvenuto di un requisito" dispone che il Consiglio dell'ordine o collegio professionale presso cui è iscritta la società procede, nel rispetto del principio del contradditorio, alla cancellazione della stessa dall'albo qualora, venuto meno uno dei requisiti previsti dalla legge, la società non abbia provveduto alla regolarizzazione nel termine perentorio di tre mesi.

L'art. 12 concernente "Regime disciplinare della società" prevede che:

1- ferma la responsabilità disciplinare del socio professionista, che é soggetto alle regole deontologiche dell'ordine o collegio al quale é iscritto, la società professionale risponde disciplinarmente delle violazioni delle norme deontologiche dell'ordine al quale risulti iscritta.

 2- Se la violazione deontologica commessa dal socio professionista, anche iscritto ad un ordine o collegio diverso da quello della società, é ricollegabile a direttive impartite dalla società, la responsabilità disciplinare del socio concorre con quella della società.

Da un esame del decreto, che è stato rivisitato a seguito delle osservazioni del Consiglio di Stato, si rileva che esso non disciplina né il regime fiscale, né quello previdenziale per mancanza di copertura normativa, comportando quindi delle problematiche applicative irrisolte che dovranno trovare delle soluzioni pratiche.

Ciò detto, considerata la rilevanza delle disposizioni introdotte dal decreto indicato in oggetto si constata le ricadute dello stesso sulla attività degli Ordini provinciali.

Per quanto sopra esposto, si rileva che il decreto indicato in oggetto entra in vigore il 21 aprile 2013. Gli Ordini provinciali dovranno costituire con apposita deliberazione del Consiglio direttivo, una sezione speciale dell'albo dove saranno iscritte le società tra professionisti e le società multidisciplinari, ove nello statuto sia individuata l'attività medica e/o odontoiatrica come prevalente.

La domanda di iscrizione rivolta al Consiglio dell'Ordine nella cui circoscrizione è posta la sede legale della società deve essere corredata dalla documentazione di cui all'art. 9 del decreto. Ai sensi dell'art. 8 del D.P.R. 221/50 l'Ordine delibera nel termine di 3 mesi dalla presentazione della domanda di iscrizione. Si sottolinea infatti che prevedere un termine diverso potrebbe costituire una disparità di trattamento tra il procedimento di iscrizione del singolo professionista e quello concernente le società dei professionisti. Resta fermo che, in caso di diniego di iscrizione per mancanza dei requisiti previsti dalla normativa vigente, il Consiglio dell'Ordine debba tempestivamente comunicare al legale rappresentante della società i motivi che ostano all'accoglimento della domanda.

La società entro dieci giorni dal ricevimento del diniego di iscrizione da parte dell'Ordine ha diritto di presentare per iscritto le proprie osservazioni. Segnaliamo che avranno diritto alla iscrizione nella nuova sezione dell'albo soltanto le nuove società che saranno costituite secondo le modalità indicate nel decreto e che rientrino fra quelle tipiche di cui al codice civile. Ovviamente dovrà risultare dall'atto costitutivo e dallo statuto l'ulteriore requisito di essere società tra professionisti o società multidisciplinari

Articolo del:



L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

Covid-19: credito d'imposta per sanificazione degli ambienti di lavoro

L'art. 30 del DL 8.4.2020 n. 23 (c.d. decreto "liquidità") ha previsto l'estensione del credito d'imposta per la sanificazione degli ambienti di lavoro

Continua

Il contratto preliminare di compravendita immobiliare

Il contratto preliminare di compravendita immobiliare è un contratto con cui le parti si obbligano a stipulare un successivo contratto definitivo

Continua

Bonus verde: cos'è e come funziona?

Bonus verde: per i pagamenti effettuati negli anni 2018, 2019 e 2020 è possibile beneficiare della detrazione IRPEF del 36% delle spese documentate

Continua

Registrazione dei contratti, sospensione causa Covid-19

I chiarimenti dell'Agenzia delle Entrate sulla registrazione dei contratti, le sospensioni e i versamenti conseguenti in base al decreto "Cura Italia"

Continua

Moratoria straordinaria sui mutui e finanziamenti  

Moratoria straordinaria sui mutui e finanziamenti  per aiutare le micro, piccole e medie imprese a superare la crisi connessa con l'epidemia da Covid 19.

Continua

Minor utilizzo o mancato utilizzo dei cespiti a causa del Covid 19

Coronavirus, quando è possibile modificare il piano di ammortamento per minor utilizzo o mancato utilizzo dei cespiti?

Continua

Erogazioni liberali per il contenimento e la gestione dell'emergenza Coronavirus

Coloro che effettuano erogazioni liberali per finanziare interventi di contenimento del Coronavirus hanno diritto a detrazioni e deduzioni

Continua

Decreto liquidità imprese: l'imposta di bollo sulle fatture elettronic

Ecco quali sono i termini di versamento dell'imposta di bollo sulle fatture elettroniche previsti dal D.L. 23/2020

Continua

Esercizio abusivo della professione di Commercialista

Cassazione penale del 16.04.2020 n. 12282: finalmente è stata fatta chiarezza sull'esercizio abusivo della professione di Commercialista

Continua

Regime forfettario: esclusi i soggetti residenti in Paesi extra-Ue

L'AdE chiarisce che sono esclusi dal regime forfettario i soggetti residenti in un Paese extra UE, pur se iscritti all'AIRE

Continua

Schemi di bilancio degli Enti del Terzo Settore (D.M. del 5 marzo 2020)

Pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale gli schemi di bilancio che gli Enti del Terzo Settore dovranno applicare a partire dal 2021

Continua

Cessione di quote in favore del socio di capitale

Chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate del 23 aprile 2020 n. 116 sulla cessione di quote in favore del socio di capitale e relativa partecipazione a utili e perdite

Continua

Commercialisti: onorari consigliati per le richieste delle indennità

L’Associazione Nazionale Commercialisti per l’anno 2020 ha aggiornato il prontuario sugli onorari consigliati

Continua

Covid-19: agevolazioni fiscali per le erogazioni liberali

Ecco quali sono le agevolazioni fiscali per privati e imprese che effettuano erogazioni liberali finalizzate al contenimento e alla gestione dell'emergenza Coronavirus

Continua

Dichiarazione dei redditi: detrazioni IRPEF 50% per lavori edilizi

Qual è la documentazione necessaria per una corretta compilazione relativa alle spese per i lavori edilizi che danno diritto alla detrazione IRPEF 50%?

Continua

Contributi Regione Piemonte per abbattere i costi dei finanziamenti

Contributi a fondo perduto finalizzati a sostenere le MPMI, comprese le imprese di autoimpiego di artigiani e commercianti senza dipendenti e i lavoratori autonomi

Continua

Detrazione IRPEF per interventi di riqualificazione energetica

Detrazione IRPEF per interventi di riqualificazione energetica: dichiarazione dei redditi anno 2019 (modello redditi 2020 e modello 730/2020)

Continua

Il “Bonus mobili” nella dichiarazione dei redditi 2020

“Bonus mobili”: nella dichiarazione dei redditi (modello 730/2020 e modello unico 2020) si ha diritto a una detrazione IRPEF del 50% per le spese sostenute

Continua

Bonus pubblicità 2020: il credito d’imposta è del 30%

Solo per quest'anno il credito d’imposta per le spese in pubblicità è previsto nella misura unica del 30%

Continua

POS: credito d’imposta pari al 30% sulle commissioni addebitate

POS: credito d'imposta pari al 30%. L’Agenzia delle Entrate, con il provvedimento del 29.04. 2020 n. 181301, ha definito i termini e le modalità della comunicazione

Continua

Cessione della detrazione IRPEF e IRES  per interventi "combinati"

Cessione della detrazione IRPEF dell'80% o 85% su interventi  “combinati “ di riqualificazione energetica  ed interventi antisismici su parti comuni condominiali

Continua

COVID-19, dispositivi di protezione individuale: sospensione Iva e dazi

Circolare 11/E del 6.5.2020: chiarimenti su esenzione Iva e dazi doganali per quanto riguarda  gli acquisti extra-UE di DPI connessi all' emergenza Covid-19

Continua

COVID-19: bonus botteghe, negozi, pertinenze e spese condominiali

La circolare n. 11 dell' AdE del 6.5.2020 ha fornito dei chiarimenti sul credito di imposta da applicarsi sui canoni di locazione delle botteghe, negozi e pertinenze

Continua

Fattura elettronica: la trasmissione non può essere posticipata

Non slitta il termine di trasmissione al Sistema d'interscambio della fattura elettronica anche se il dodicesimo giorno è festivo

Continua

CIGO e FIS: misure a sostegno di imprese e lavoratori nel DL 18/2020

Cassa Integrazione Guadagni Ordinaria (CIGO) e Fondo d'Integrazione Salariale (FIS), INPS messaggio n.1997 del 14 maggio 2020 / novità del DL 18/2020 "Cura Italia"

Continua

Detrazioni IRPEF del 19%: dichiarazione dei redditi anno 2019

Ecco quali sono tutte le spese che consentono una detrazioni IRPEF del 19% in sede di dichiarazione dei redditi anno 2019 (modello redditi 2020 e modello 730/2020)

Continua

Covid 19: possibilità di cessione dei crediti d'imposta

Covid 19: il DL 34/2020 (Decreto “Rilancio”), con l’articolo 122, prevede la possibilità di effettuare la cessione dei crediti d’imposta ad altri soggetti

Continua

Infortunio sul lavoro da COVID-19: circolare INAIL n. 22/20.5.2020

Infortunio sul lavoro da COVID-19: la rivalsa verrà portata avanti solo se risulterà che il datore di lavoro non ha attuato le misure di contenimento del rischio

Continua

IVA 4% per l’acquisto di veicoli adattati ai disabili

IVA 4% per l’acquisto di veicoli adattati ai disabili,  risposta all’ interpello Agenzia delle Entrate n. 159 del 29 maggio 2020

Continua

Covid 19: trasformazione delle detrazioni fiscali e credito d'imposta

DL 19.5.2020 n. 34 (DECRETO RILANCIO): articolo 121 sulla trasformazione delle detrazioni fiscali in sconto sul corrispettivo dovuto e in credito d'imposta cedibile 

Continua

Covid-19: credito d'imposta per la locazione e l'affitto d'azienda

Ecco cosa prevede il Decreto Rilancio e l'AdE sul credito d'imposta per i canoni di locazione degli immobili a uso non abitativo e affitto d'azienda

Continua

Covid 19: istanza per il riconoscimento del contributo a fondo perduto

Il Decreto Rilancio, al fine di sostenere i soggetti colpiti dall'emergenza epidemiologica "Covid-19" riconosce un contributo a fondo perduto: ecco come richiederlo

Continua

Periodi non coperti da contribuzione, le novità del DL 4/2019

Il DL 4/2019 prevede la facoltà di riscattare periodi non coperti da contribuzione: modalità, tempisstiche e detrazioni

Continua

Reddito d'impresa e cessione immobiliare da parte di privato

Il reddito generato dalla vendita di un immobile di categoria A/3 a seguito di un cambio di destinazione d’uso da categoria C/2 è considerato reddito d’impresa

Continua

Bonus vacanze: chi e come si ha diritto al bonus?

Finalmente sono arrivate le vacanze, vediamo chi e come si ha diritto al Bonus

Continua

Detrazioni per riqualificazione energetica e interventi antisismici

Detrazioni per riqualificazione energetica (cd. ecobonus) e per interventi antisismici (cd. sisma bonus)

Continua

INAIL: riduzione del premio assicurativo per le aziende con dipendenti

INAIL: è possibile richiedere una riduzione del premio assicurativo per le aziende con dipendenti che hanno effettuato interventi sulle condizioni di sicurezza

Continua

Contributo a fondo perduto nei Comuni colpiti da eventi calamitosi

Contributo a fondo perduto ad ampia portata per i contribuenti aventi il domicilio fiscale o la sede operativa nel territorio di Comuni colpiti da eventi calamitosi 

Continua

Autotrasportatori: agevolazioni fiscali 2020

Comunicato del Ministero Economia e Finanze del 18 agosto 2020 sulle agevolazioni fiscali 2020 per gli Autotrasportatori

Continua

Esonero dal versamento dei contributi previdenziali per aziende

Esonero dal versamento dei contributi previdenziali per aziende che non richiedono trattamenti di cassa integrazione

Continua

Terzo settore: termine del 31 ottobre 2020 per adeguare gli statuti

Le ONLUS, le ODV e le APS entro il 31 ottobre 2020 potranno ancora approvare le modifiche di "mero adeguamento" alla riforma con le maggioranze e le modalità previste

Continua

INPS: dal primo ottobre 2020 lo SPID sostituisce il PIN

Dal primo ottobre 2020 l’INPS ha comunicato che non saranno più rilasciati i PIN per l’accesso ai servizi dell’Istituto, che sarà sostituito dallo SPID

Continua

Credito d'imposta al 15,6423% per sanificare gli ambienti di lavoro

Il Provvedimento Agenzia delle Entrate dell'11.09.2020 n. 302831, ha fissato al 15,6423% la misura percentuale di fruizione del credito d'imposta per la sanificazione

Continua

Credito d'imposta per immobili ad uso non abitativo e non accatastati

Credito d'imposta sui canoni di locazione di immobili ad uso non abitativo - Novità del DL 34/2020 convertito (DL "Rilancio") - Immobile non accatastato

Continua

Credito d'imposta sui canoni di locazione di immobili non abitativi

Il credito d'imposta previsto dall'art. 28 decreto legge n. 34 del 2020 da parte di un professionista conduttore in sublocazione di una stanza di un un ufficio / studio

Continua

Amministratore di sostegno: chi è e quali sono le sue funzioni

L'amministratore di sostegno tutela chi, per effetto di un’infermità o di una menomazione psico-fisica, si trova nell’impossibilità di provvedere ai propri bisogni

Continua

L’esecutore testamentario: nomina, funzioni e durata dell'incarico

Il testatore nomina proprio esecutore testamentario una persona di sua fiducia, in genere un conoscente oppure un  professionista come ad esempio un Commercialista

Continua

Cashback, i rimborsi concessi ai privati per gli acquisti

Cashback, i rimborsi concessi ai privati per l'effettuazione di acquisti senza utilizzo del denaro contante. Una prima fase viene prevista fino al 31.12.2020

Continua

Le novità fiscali della Brexit

Ecco quali sono le disposizioni transitorie della Brexit in merito all'Iva, alle cessioni dei beni, alle prestazioni di servizi e alle imposte sui redditi

Continua

Irlanda del Nord: continua a restare in vigore il regime speciale

Irlanda del Nord : continua a restare in vigore un regime speciale di circolazione delle merci.

Continua

Caparra confirmatoria o acconto prezzo e presupposto dell’IVA

La Corte di Cassazione ha ricapitolato alcuni utili principi in tema di tassazione delle somme corrisposte a titolo di caparra o acconto

Continua

Split payment per l’anno 2021

Lo split payment è il meccanismo per la scissione dei pagamenti della Pubblica Amministrazione che prevede nuove regole alla liquidazione dell’IVA da parte della P. A.

Continua

Conservazione fatture elettroniche anno 2019

Il 10 marzo 2021 è il termine ultimo per la conservazione delle fatture elettroniche emesse nell’anno 2019

Continua

Terzo Settore : operatività del Registro Unico

Il decreto Sostegni ha prorogato al 31 maggio 2021 i termini per le modifiche statutarie con quorum semplificati.

Continua

Covid-19 e Decreto Sostegni: indennità ai lavoratori sportivi

Decreto Sostegni 2021, domande al via da oggi per ottenere il contributo a fondo perduto previsto per l’emergenza Covid-19

Continua

Ricorso in commissione tributaria provinciale

Ricorso in commissione tributaria provinciale. Termini e modalità di proposizione del ricorso

Continua

Superbonus 110% e Decreto Semplificazioni

Novità che impattano sul superbonus del 110% contenute nel c.d. decreto “Semplificazioni”. l’art. 33 del DL 31 maggio 2021 n. 77

Continua

Tutela delle collezioni di opere d'arte

Pianificare il trasferimento delle collezioni d’arte mantenendo l’unitarietà della collezione e la gestione scelta tra società semplice, trust o fondazione

Continua

Partenza del RUNT

Con il decreto direttoriale n. 561 del 26 ottobre 2021, è stata fissata al 23 novembre 2021 l'operatività del Registro Unico Nazionale del terzo settore

Continua

Responsabilità del socio dopo estinzione della società

E’ sufficiente la notifica di una cartella di pagamento

Continua

Errore di fatturazione sanabile con nota di credito

Possibile emettere nota di credito in alternativa alla richiesta di restituzione dell’IVA per errata fatturazione

Continua

Revisori enti locali: modalità e termini per l’iscrizione

Termine 16 dicembre 2021 per iscrizione nell’elenco dei revisori degli enti locali. Crediti formativi entro il 30 novembre 2021

Continua

Vendita di opere d'arte

Come avviene la tassazione delle somme derivanti dalla vendita di opere d'arte

Continua

Bonus locazione per giovani fino a 31 anni

Il Ddl di bilancio 2022 prevede un potenziamento della detrazione spettante ai giovani conduttori dell’abitazione principale

Continua

Trattamento IVA bonus facciate

All'agevolazione IRPEF o IRES può corrispondere un diverso trattamento IVA

Continua

Rinuncia all'eredità

La qualità di erede si acquista soltanto a seguito di accettazione, espressa o tacita, dell'eredità

Continua

Fatturazione elettronica per forfettari dal 2022

La probabile fatturazione elettronica e le conseguenti valutazioni di convenienza dalle nuove aliquote Irpef del regime “ordinario” e i passaggi tra regimi minori

Continua

Rapporto biennale parita' uomo-donna

PNNR e PNC Obbligatorio per le aziende pubbliche o private che occupano o piu' di 50 dipendenti, la presentazione del rapporto di occupazione uomini e donne

Continua

Divario retributivo di genere, dalla UE stop al segreto salariale

Parlamento UE: trasparenza delle retribuzioni per garantire parità di trattamento retributivo tra uomini e donne per stesso lavoro a parità di valore

Continua