Richiedi una consulenza in studio gratuita!

Europei 2021: calcio e borse


Emozioni vs. correlazione risultati e andamento delle Borse
Europei 2021: calcio e borse

Non c’è una correlazione fondata e riconosciuta tra risultati di un evento sportivo relativi ad un Paese e la Borsa ma è essenzialmente questione di breve periodo legata alle forti emozioni che suscita la vittoria della squadra nazionale. Poi c’è anche la questione del valore dei calciatori che contribuiscono al risultato ma qui il riferimento va in rapporto alle rispettive singole squadre che costituiscono la squadra nazionale partecipante e vincitrice dell’evento sportivo. Certo è che c’è altresì una rilevante componente speculativa che può svilupparsi nei mesi successivi alla vittoria, componente speculativa che deve essere ben compresa ed applicata allo scopo di contribuire positivamente alla crescita del Paese. 

Di seguito, riporto testo letto su internet in varie testate giornalistiche (Repubblica, Corriere, WallStreet Italia, ...) da cui ho derivato le mie considerazioni sulla correlazione in questione, lungi dall'essere esperta sul calcio, so solo che il pallone è una sfera ma altro non so in materia calcistica.

Euro 2020: Italia vince anche sui mercati azionari. Studio rivela correlazione tra eventi sportivi e rendimenti
L’Italia ha vinto gli Europei di calcio 2020 e il mercato azionario tricolore è salito mentre quello inglese è sceso. Nel dettaglio l’indice FTSE MIB è salito dello 0,92% nella giornata di lunedì dopo la vittoria, mentre l’indice FTSE U.K. All-Share è rimasto piatto.
È una coincidenza che questi rendimenti rispecchino il risultato della seguitissima partita del campionato  europeo di calcio di domenica 11 luglio 2021, in cui l’Italia ha battuto l’Inghilterra? Così si chiede Mark Hulbert su MarketWatch.com secondo cui i ricercatori hanno scoperto che, come regola generale, il mercato azionario di un paese soffre quando una delle sue squadre sportive viene eliminata dalle principali competizioni mondiali.
Forse, lo studio più noto su questo argomento è apparso nel numero di agosto 2007 del Journal of Finance. Lo studio intitolato “Sports Sentiment and Stock Returns”, è stato condotto dai professori di finanza Alex Edmans della London Business School; Diego Garcia della University of Colorado Boulder, e Oyvind Norli della Norwegian School of Management.  Dopo aver analizzato la reazione del mercato azionario a più di 2.000 eventi sportivi internazionali fino al 1980, i ricercatori hanno scoperto che, in media, l’eliminazione di un paese dalle competizioni globali è stata seguita dal suo mercato azionario che ha prodotto un rendimento significativamente inferiore alla media nella sessione di trading immediatamente successiva.
È interessante notare che i ricercatori non hanno trovato alcun ritorno corrispondente superiore alla media per il mercato azionario di un paese invece dopo la vittoria di una delle sue squadre sportive nelle competizioni internazionali. Essi ipotizzano che questa asimmetria sia dovuta alla tendenza dei tifosi delle squadre perdenti a diventare più depressi rispetto a quelli delle squadre vincenti a diventare ottimisti. Effetto di questa asimmetria è che il mercato azionario mondiale avrà rendimenti inferiori alla media durante le competizioni sportive globali – durante i periodi in cui alcuni paesi saranno eliminati, in altre parole.
C’è anche un’implicazione di investimento più ampia: il ruolo sorprendentemente grande che i nostri stati d’animo giocano nelle nostre decisioni di investimento.
Ci piace pensare a noi stessi come investitori razionali che si avvicinano ai mercati in modo statisticamente rigoroso. Questi studi sul sentimento sportivo e i rendimenti azionari mostrano quanto possiamo sbagliarci.
 
Vincere gli Europei spinge anche le performance in Borsa
Le vittorie calcistiche aiutano la borsa, anche quando il resto del mercato mondiale va a rotoli. Ad affermarlo è Reuters, che ha analizzato il trend degli ultimi anni, con i tornei disputati nell’era della globalizzazione e delle crisi finanziarie: tutti i Paesi che hanno alzato il trofeo hanno beneficiato di una crescita del proprio mercato azionario, o perlomeno di una perdita ridotta rispetto al tracollo del resto del mondo.
Si prenda per esempio la Grecia. Nei sei mesi successivi alla vittoria a Euro 2004 contro il Portogallo padrone di casa, la borsa di Atene registrò un incremento del 20%, prima ovviamente della crisi debitoria cominciata nel 2009.
Anche l’esempio della Spagna è emblematico. Le due vittorie delle Furie Rosse, nel 2008 e nel 2012, giunsero nel cuore della Grande Recessione globale. Nonostante ciò, la borsa spagnola perse il 5% in meno rispetto all’indice STOXX Europe 600 (composto dalle principali capitalizzazioni di mercato europee).
In particolare, la vittoria del 2012, conquistata per 4-0 contro l’Italia di Prandelli, arrivò nel momento più drammatico della storia dell’Euro, appena prima del celebre “whatever it takes” con cui Mario Draghi salvò la moneta unica. Subito dopo la partita, il mercato spagnolo crollò come il resto d’Europa, ma alla fine dell’anno registrava comunque un andamento del 4% migliore rispetto al STOXX 600.
Gli studi dimostrano effetti simili anche per i Mondiali: dal 1974 in poi, i mercati dei campioni del mondo hanno registrato andamenti migliori rispetto a tutti gli altri, con la sola eccezione del Brasile nel 2002. Questa regola empirica verrà confermata? Secondo Stefano Caselli, prorettore dell’Università Bocconi, le prospettive sono ottime.
«L’Italia sta attraversando un periodo molto favorevole dal punto di vista della coincidenza di più elementi positivi. Tra questi c’è anche la dichiarazione del CEO di JPMorgan Jamie Dimon, che il 4 luglio scorso ha detto che è tornato il momento di investire sul nostro Paese» ha dichiarato Stefano Caselli, prorettore dell’Università Bocconi.
«Senza dubbio la vittoria di Wembley rappresenta una sorta di colossale Road Show dell’Italia a livello internazionale, come quando un’azienda di successo si presenta ai potenziali investitori» conclude il professore.
 
Borsa e calcio, l’altra gara Milano-Londra: perché l’Italia campione agli Europei 2021 può favorire anche Piazza Affari.
C’è correlazione tra i risultati del Calcio e quelli di Borsa? Gli analisti, da sempre, dicono che la connessione è poca ma si esercitano anche a sviluppare teorie. Le tesi universitarie ed economiche sono parecchie - oggi circa una decina secondo Google - e a seconda dei periodi dei periodi la relazione è confermata o smentita. Dopo la vittoria dell’11 luglio dell’Italia sull’Inghilterra,  l’altra partita è quella fra Milano e Londra sui listini. Piazza Affari ha aperto le contrattazioni il 12 luglio in controtendenza sulle Borse europee, con un rialzo del Ftse Mib dello 0,25% (anche per motivi diversi dallo sport, come i buoni ordini di macchinari saliti oltre le attese in Giappone, sottolineano le agenzie: poi il listino milanese gira in calo, con le banche e l’industria).
Mentre la Borsa di Londra ha perso in apertura lo 0,32%. La Juventus di Leonardo Bonucci, autore del primo goal all’Inghilterra, e Giorgio Chiellini, capitano della Nazionale, ha superato l’indice con un incremento in apertura d Borsa dello 0,63%. Il confronto è più teso ora che Borsa Italiana lascia il gruppo London Stock Exchange per confluire nel listino paneuropeo Euronext.
Lo sport incide poco sui risultati delle Borse, commenta Gregorio De Felice, capo economista in ISP. Per l’Italia però questa vittoria può avere un valore simbolico di buon auspicio per l’ambizioso piano di investimenti della ripartenza. Anche la presenza del presidente della Repubblica alla finale è stata importante. Lo sport compatta il Paese, anche se non è una partita che cambia matematicamente i risultati di Borsa. De Felice sottolinea poi la posizione politica dell’Unione europea, che spiccarono la Brexit: “la presidente Ursula von der Leyen tifa contro l’Inghilterra, si è fatta ritrarre con lo striscione dell’Italia, e anche il presidente del Consiglio europeo Charles Michel si è schierato con l’Italia.
Semmai lo sport funge da grande vetrina internazionale ma non ci sono correlazioni matematiche seppure nella storia è successo più volte che i listini si muovessero in modo anomalo dopo i grandi eventi sportivi. Di certo una vittoria a una grande competizione è un enorme road show per il Paese, una grandissima vetrina, appunto, come fosse la campagna di comunicazione di tutta l’Italia. L’effetto ovviamente è di breve durata ma se si somma con altre componenti può essere più robusto. Ad esempio, con l’indicazione di JPMorgan, nei giorni precedenti la finale degli europei, che è tempo di tornare ad investire sulla’Italia. Diverso il ragionamento sulle singole squadre, dove l’effetto sul titolo può essere diretto, i giocatori che vincono una grande partita aumentano di valore, questo ha un impatto sui corsi azionari della squadra, afferma Stefano Caselli, prorettore dell’Università Bocconi.
La Reuters, in un agenzia di Marc Jones intitolata “Vincere agli europei può aiutare il tuo listino azionario”, racconta di come è andata negli ultimi 20 anni. Degli ultimi cinque vincitori del torneo, le Borse greca e spagnola hanno battuto l’indice paneuropeo Stoxx dopo le vittorie del 2004, del 2008 e del 2012 mentre solo il Portogallo ha perso valore sul listino nel 2016. Il mercato azionario di Atene ha messo a segno un +20% sei mesi dopo la vittoria della Grecia, mentre la prima delle due vittorie della Spagna nel 2008 e nel 2012 è arrivata al culmine della crisi finanziaria globale, ricorda la Reuters: la maggior parte dei mercati azionari perdeva, ma la Borsa spagnola è comunque riuscita  galleggiare perdendo il 5% in meno dello Stoxx 600.
Nel 2012, il risultato della partita è arrivato nel secondo picco della crise del debito della zona euro e poco prima che il presidente della BCE Mario Draghi calmasse le acque giurando di fare “tutto il necessario”, il cosiddetto “Whatever it takes”: l’indice Ibex di Madrid inizialmente è crollato nonostante il 4-0 della Spagna sull’Italia, ma alla fine dell’anno aveva superato lo Stoxx 600 di circa il 4%, afferma la Reuters. Uno studio di Goldman Sachs nel 2014, prosegue l’agenzia, ha poi segnalato che la Borsa locale del vincitore nel primo mese dopo la finale saliva al 3,5% ma poi la fiammata svaniva. Quest’anno, nota la Reuters, la Danimarca dopo la sconfitta nella semifinale di mercoledì 7 luglio ha superato con la Borsa di Copenhagen l’Ftse100 di Londra di quasi il 5% dall’inizio del torneo.
È un dato di fatto che uno dei fattori che influenzano gli investitori è il risultato delle partite di di calcio, dice il Credit Suisse, in un report sul fenomeno che coinvolge Inghilterra, Italia, Spagna e Turchia, dove il calcio è molto popolare. Gli investitori con un forte sentimento nazionale possono comportarsi in modo diverso da altri sui mercati, a seconda dei risultati che possono essere recepiti come notizie importanti sul piano finanziario. Gli effetti delle partite giocate tra il 2002 e il 2015 mostrano, dopo le partite in trasferta perdute, rendimenti anomali negativi nel mercato azionario italiano. Il mercato azionario di Spagna e Turchia è percepito come più sensibile ai risultati delle partite rispetto ad altri paesi analizzati. Si riscontra  che i rendimenti anomali positivi per tutte le partite (anche con perdite) e i rendimenti anomali negativi per le partite in trasferta con cali nel mercato azionario spagnolo sono statisticamente significativi, affermato dalla relazione del Credit Suisse."
 

Il testo sopra riportato, ha lo scopo unicamente di permettere di riflettere sulla motivazione ad agire per imparare a gestire le nostre emozioni nel campo della finanza in modo da riuscire a costruire solide basi per la propria autonomia ed indipendenza finanziaria.

E, ha anche lo scopo di evidenziare e sottolineare la necessaria, urgente ed importante considerazione di non lasciarsi prendere dalle emozioni semmai utilizzare le proprie emozioni al fine di costruire consapevolmente secondo i valori fondamentali della fiducia, dell'inclusione, dell'unione ed interrompere quel flusso di parole che suona come la tiritera del non ho, del non posso adesso, prima devo ... parole che non permettono di crescere e neppure di fare crescere. Certo a monte di tutto occorre coraggio e consapevolezza che la bontà è un'arma disarmante necessaria per lo sviluppo e la crescita.
 
Permettimi di chiederti: se non puoi oggi e, pertanto, non inizi ma continui a procrastinare, a rimandare ad un tempo più il là, futuro, quando potrai, quando pensi di potere? Francamente, devo avvertirti che quel momento non arriverà mai così procedendo con quei no troppo enunciati assassini di si mancati. Conclusione amara corrispondente a verità e si sa che la verità fa spesso male prima di fare bene.
 
Ti vuoi bene? Si?
Allora, agisci sul bottone arancione nella pagina e chiedimi una Consulenza.

Articolo del:



L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

Pianificazione finanziaria familiare, un metodo valido oggi e domani

La pianificazione finanziaria patrimoniale consente alle famiglie una maggiore conoscenza e tutela del patrimonio

Continua

Mercati finanziari: la necessaria consapevolezza

Soltanto un investimento finanziario vero e solido permette di mettere a frutto i propri risparmi, ecco alcune nozioni fondamentali da non dimenticare

Continua

La professione del consulente finanziario I

La professione di consulente finanziario si costruisce con pazienza e capacità professionali allo scopo di costruire una relazione di fiducia tra cliente e consulente

Continua

Pronti Contro Termine, rendimenti e vantaggi

Pronti Contro Termine, uno strumento finanziario utile per investire soldi a breve termine senza parcheggiarli in modo infruttuoso in conto corrente

Continua

Il Valore dei Valori: protezione e garanzia

Senza solidità, protezione e garanzia, che sono le fondamenta della consulenza, non è possibile raggiungere i propri obiettivi...

Continua

Intrappolati nella morsa delle sotto performances e dei tassi negativi

Quale atteggiamento intraprendere con una bassa propensione al rischio cercando valore per i propri soldi? L'importante è la consapevolezza dell’investimento

Continua

Consulenza finanziaria: credere nel futuro, il primo passo...

Solo il ritorno al passato è IMPOSSIBILE. Il resto è POSSIBILE, anche in ambito finanziario

Continua

La consulenza finanziaria non è una storia

Le storie raccontate quanto hanno realmente soddisfatto bisogni, esigenze, obiettivi e progetti? Trasparenza, Affidabilità, Rispetto, Fiducia (T.A.R.F.)

Continua

Ristrutturare il portafoglio finanziario permette miglioramenti

Il tempo, quando si parla di investimenti, è importante ed è opportuno valutarlo appropriatamente

Continua

Servizio di Consulenza Finanziaria, una relazione basata sulla fiducia

Come si trova il Consulente Finanziario? L'importanza della Relazione, fin dal primo incontro, è la prova della Qualità che non può che crescere

Continua

Cosa distingue l'investimento da una spesa?

L’investimento è il mezzo che serve a fare un determinato acquisto affinché produca i suoi frutti e permetta la realizzazione dello scopo

Continua

Perché investire nelle attività reali attraverso il Private Equity

Tutti noi investitori, risparmiatori e consumatori siamo emotivamente coinvolti dall'ambiente: metodo per restare immunizzati dall'elevata volatilità dei mercati

Continua

Incentivi e opportunità della Disciplina dei Fondi Pensione Complementari

La Disciplina dei Fondi Pensione Complementari offre vantaggi ai lavoratori, ma anche notevoli vantaggi economici all’impresa

Continua

Costruire, l’operazione di erigere solidità... anche finanziaria!

Fin dall’antichità si sa che qualsiasi costruzione deve avere basi solide per resistere al tempo. Lo stesso vale per la gestione finanziaria

Continua

Incentivi e opportunità anche per figli e nipoti

Spese per l'università, per l'avvio di un'attività in proprio o per l'acquisto di una casa: come aiutare il futuro dei figli

Continua

Sfatiamo l'errato mito del rischio degli investimenti

Non investire equivale a non rischiare? Il fondo materasso è veramente privo di rischi? Ogni giorno corriamo rischi enormi e maggiori di quelli dei mercati finanziari

Continua

Liquidità in attesa di sicurezza

Il luogo comune dei soldi sotto il materasso non è solo un caso italiano bensì anche dell’Eurozona come lo è anche la sempre maggiore ricerca di sicurezza

Continua

Consulente finanziario, aspetti fondamentali della professione II

Il lavoro della consulenza è di costruzione della Relazione Cliente-Consulente. Non può non includere la solidità consolidata nel tempo della struttura del Consulente

Continua

Investimento immobiliare, il Real Estate

I benefici del Real Estate, le modalità di acquisizione degli immobili, l'ordinamento giuridico italiano. L'importanza della Pianificazione Finanziaria

Continua

Cosa sono gli Investimenti Alternativi

Strumenti finanziari illiquidi fino a ieri destinati a investitori istituzionali e specializzati. Dotati di bassa correlazione con azioni ed obbligazioni

Continua

La consulenza finanziaria è soprattutto "incontro", quindi,"relazione"

Il tempo c’é. Il tempo è uguale per tutti. Abbiamo tutti, da sempre, 168 ore alla settimana da poter sfruttare ottimamente in una relazione di fiducia

Continua

La base della pianificazione finanziaria

Il monitoraggio periodico del bilancio familiare e la pianificazione finanziaria ti permetteranno di identificare e ridurre eventuali sprechi

Continua

Esistono “ragioni per non investire”?

Come investire: il problema della “miopia finanziaria” e del restare coinvolti dalle notizie del giorno

Continua

La professione del consulente finanziario III

Costanza, Preparazione e Studio: tre elementi importanti della Professione che vengono prima del prodotto e del servizio

Continua

Com’è cambiato il mondo, la finanza e il modo di investire

In trent'anni si è assistito a enormi cambiamenti. Ecco come investire oggi

Continua

Consulenza finanziaria Umana o Virtuale?

La Relazione Umana è l’unica ancora in grado di mettere in risalto ogni nostro aspetto quotidiano in conflitto sano con l’algoritmo

Continua

Il mondo della finanza

Il mondo di tutti noi, dei nostri sacrifici, dei nostri risparmi, dei nostri investimenti e delle nostre spese. Una necessaria nuova prospettiva

Continua

Emozioni in finanza

Vi siete posti degli obiettivi? Avete emozioni?

Continua

I 6 personaggi fondamentali ai tempi della crisi globale 2020

Ascoltiamo la pancia e le nostre emozioni tout court, non importa se queste ci fanno perdere soldi, oppure ascoltiamo il bravo Consulente Finanziario?

Continua

Tempo ed Epoca: il Mondo non finisce, continua...

Qualsiasi sia il tempo nell’epoca in cui ci si trova ci sono elementi alcuni comunque validi, alcuni altri da rivedere, revisionare o cambiare

Continua

La fondamentale necessità di un'efficace Task-Force

Ristrutturazione e Riorganizzazione amministrativo-finanziaria, produttiva valorizzazione delle risorse.

Continua

I cerchi della comunicazione anche in finanza

Ruolo sociale del Consulente Finanziario è anche quello di completare correttamente il puzzle di concetti e strumenti utili a costruire solidi progetti di investimento

Continua

Modello di servizio della consulenza finanziaria: concreta reciprocità

Il Service Agreement, o patto di servizio, è necessario per il consulente finanziario così come per il medico

Continua

Lavoro e Tecnologia: nella Consulenza Finanziaria l'umano non può mancare

Listino prezzi/costi dei momenti difficili che sono anche quelli più propizi sotto diversi aspetti, non solo quello del rendimento

Continua

BTP Italia: ecco perchè e per chi è conveniente

Il nuovo BTP Italia a 5 anni offre una cedola reale del 1,4% e si presenta vantaggioso per diverse ragioni

Continua

Finanziamenti agevolati nell'era del Covid

Come fare a districarsi nella giungla di decreti per valutare erogazioni del credito alle imprese molto competitive

Continua

Covid-19, crisi epocale e globale: l'importanza della gestione e della cultura finanziaria

La priorità ora è iniziare a costruire piani di investimento che consentano di risolvere i problemi di liquidità causati dal lockdown

Continua

Le cinque F quotidiane: Fisco, Finanza, Fortuna, Fare e Fiducia

Giugno è il mese dell'appuntameto col Fisco, ma anche quello per comprendere l'effettiva situazione delle nostre finanze

Continua

Virus, Referendum 2020, Instabiltà politica

Abbiamo trascorso mesi che ci hanno messo alla prova: cosa si è imparato o non imparato?

Continua

Comprare casa e intestarla ai figli, quali rischi?

Gli aspetti di cui tenere conto per chi acquista un immobile e lo intesta al figlio o ai figli sono diversi e importanti, da non sottovalutare

Continua

Il Consulente Finanziario, l'Architetto delle Scelte

Senza progettazione non si realizza nulla che valga, che gratifichi

Continua

XXISecolo: tra inglesismi,francesismi,germanismi: dove saremo domani?

Si sente tanto circa la necessità di stimolare il risparmio per utilizzarlo per costruire, investire in un mondo migliore ma solo tante parole.

Continua

Tredicesima 2020: quando arriva e come si calcola? Quesiti e risposte

Dicembre, il periodo della mensilità natalizia per 34 milioni di italiani. Come contribuire a dare ulteriore valore a questi soldi?

Continua

Qual è il vero Ruolo e compito del Consulente Finanziario?

Il vostro Consulente Finanziario vi sta solo accontentando o vi sta effettivamente dando un Servizio Top e non di pura vendita?

Continua

"Italia piccola"

Gianni Rodari insegna e fa riflettere su cosa siamo, quanto abbiamo e come stiamo

Continua

Tra progetti e desideri c’è di mezzo ...

Una start-up, potenziale impresa che intende fare il salto di qualità in un mercato esistente e saturo grazie alla capacità di trovare l’elemento di differenza, ma...

Continua

Costi e oneri bancari e costi e oneri fiscali: differenza importante

Prestazione coattiva di carattere pecuniario dovuta dal soggetto passivo in un dato rapporto ex legge con il presupposto di fatto legislativamente stabilito

Continua

Non aspettare il Mr. Right Moment

Dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fiori .. (Fabrizio de Andrè)

Continua

Combattere per crescere, far crescere e sostanzialmente crescere

La necessità di fondamenta solide per sopravvivere e costruire

Continua

Mister e Master, la comunicazione efficace

Spunto di conversazioni quotidiane per la ricerca di miglioramento

Continua

Consulenza e mercati

Importanti punti su cui riflettere per comprendere la professione del consulente finanziario

Continua

Ecco 7 strategie di crescita per il consumatore

Breve lista utile per scegliere con consapevolezza senza contagi provenienti dal noto “Mar Internet”

Continua

Consulenza patrimoniale: la professione vera, genuina e sincera

Una storia è una storia, la verità si incontra soltanto attraverso la concreta relazione

Continua

Numeri da capogiro ma possibili

È necessario iniziare ad acquisire consapevolezza e affidarsi al Consulente Finanziario che svolge l’attività con passione

Continua