Richiedi una consulenza in studio gratuita!

Il mondo della finanza


Il mondo di tutti noi, dei nostri sacrifici, dei nostri risparmi, dei nostri investimenti e delle nostre spese. Una necessaria nuova prospettiva
Il mondo della finanza

Desidero iniziare il presente articolo citando l’estratto di una lettura di Robert Potocniak (1) che si intitola: “Soffriamo perché non amiamo” (per sapere chi è R. Potocniak si veda il seguente link https://www.meditazioneattiva.com/roberto-potocniak/).

Dunque, prendo spunto da un’interessante lettura che, secondo me, apre ad un nuovo punto di vista.

Una nuova prospettiva da far comprendere al Mondo che, per chi scrive, è anche quello dei potenziali Clienti, affinché venga compreso il ruolo del Consulente Finanziario.

Ruolo, paradossalmente oggi nel XXI° Secolo, ancora sconosciuto e mal interpretato da molti, ancora troppi.

Comunque, non è solo di ruolo e, non è questo il tema principale di questo mio nuovo articolo.

Ho scritto, invece, che la lettura dell’articolo di Potocniak, è interessante da leggere per comprendere che la questione del “soffrire e non amare” apre a nuove riflessioni.

Infatti, il tema umano di questa lettura deve o dovrebbe condurre a riflessioni che aiutano o possono aiutare qualunque attività, sebbene, parlo qui della Professione che mi interessa, cioè quella del bravo consulente finanziario che è continuamente in cerca di lavoro.

Siamo tutti, a dire il vero, in cerca continua di lavoro.

Non esiste più il concetto di disoccupazione come probabilmente inteso fin dal dopoguerra.

I tempi sono da allora cambiati e molto.

Già Charlie Chaplin aveva cercato di raccontarlo nella sua opera cinematografica “Tempi moderni, Luci sulla città”.

C. Chaplin un grande attore e regista del tempo che fu, moderno comunque (1889-1977).

Si potrebbe dire un personaggio, Charlie Chaplin, nato e vissuto a cavallo di un secolo come pensandoci bene, lo siamo noi - 1900-2000 - a cavallo tra il XX° e il XXI° Secolo.

Finanza
 L’importanza dell’umorismo. (Fonte dell’immagine: Web)

Ma rientriamo nell’argomento iniziale.

Dunque, leggendo mi sono venuti in mente casi reali tra i quali, quello in cui telefonando non si riceve risposta.

Un problema riconosciuto da diversi colleghi parlandone e confrontandosi in merito.

Si, quei casi di persone che non rispondono al telefono quando il medesimo squilla e neppure richiamano dopo.

Maleducazione penso io.

Però, la lettura mi ha fatto pensare che, probabilmente, la motivazione principale delle persone che non rispondono al telefono, conosciuto o non il numero sul display, deriva dal fatto che non hanno compreso quanto gli è stato detto o non detto e da essi stessi magari solo presunto. Allo squillo del proprio cellulare pensano, pertanto, che chi li sta chiamando, stia solo cercando la loro attenzione escludendo invece che ad avere bisogno di attenzione siano essi stessi e non solo chi li sta chiamando.

Anzi, sono spesso proprio loro i principali pazienti ad aver necessità di cure, anche urgenti.

Soltanto che, presi dalla loro forse troppo elevata presunzione di considerarsi essere messi bene, a posto, e già bene seguiti hanno, come si dice “gli occhi bendati o foderati di prosciutto o di verza (rispettando onnivori e vegani e sorridendo anche, perché come è riconosciuto, un sano umorismo fa bene e aiuta a pensare)” e, dunque,  non hanno voglia di rimettersi in gioco non avendo senz’altro capito cosa è stato loro trasmesso e non si curano neppure di chiarire o anche solo confermare se corretto quanto loro pensano di aver capito. Eppure esiste un modo semplicissimo per capire, confermare, imparare o, per dirla con le parole di Potocniak, aprire il cuore.

Quel modo è semplicemente il fare domande, domandare.

In altri termini, tornare bambini e chiedere: “Perché?”

Ricordarsi che non si possono vedere miglioramenti rimanendo attaccati a polverose ed anticate argomentazioni o procedure o pianificazioni non più valide per cavalcare il cambiamento che ha travolto e sta travolgendo la società moderna e tecnologica.

Ricordarsi anche che, per rendere la vita più semplice, la tecnologia va compresa ed utilizzata col cervello di cui tutti noi umani siamo dotati e grazie ad esso possiamo non rimanerne schiavi.

Non basta dire di avere, conoscere la tecnologia solo perché si possiede un personal computer, uno smartphone con le varie app, le varie chat ... già le chat ...a cosa servono se non si risponde, se non si vuole parlare? Se si ostacola la comunicazione?

Solo quando ti è comodo per ricevere l’attenzione che tu cerchi attraverso la chat, i gruppi? E no, non funziona così. Non funziona così per nessuno, perché dovrebbe con te?

Leggo, anzi, vedo nel mondo un forte controsenso che fa male e molto e non solo a me ma all’Economia reale intesa come Main Street, ossia il luogo dove la gente comunica, opera, lavora, guadagna, risparmia, investe, spende. Che si contrappone a Wall Street.

Avete notato l’ordine dei verbi appena citati?

È un ordine ben determinato. Così è e non se vi pare parafrasando L. Pirandello, un altro grande. Luigi Pirandello scrittore e commediografo Siciliano del Novecento.

Vuoi cavalcare l’onda del cambiamento o esserne travolto?

Solitamente è sempre sembrato che la prima opzione fosse quella preferita da chi si incontra quotidianamente cercando di lavorare bene ma, allora, perché mai troppi si arrestano come dei muli a 2 km dall’arrivo ostinandosi a non rispondere lasciandosi affogare nella sempre più profonda insoddisfazione come il peso che quei muli hanno trasportato per 100 km e, ora quasi arrivati, non ne vogliono più sapere di capire perché devono rispondere?

Dunque, non è forse anche vero che anche il mondo della finanza o come a me piace più chiamarlo, il mondo di tutti noi, dei nostri sacrifici, dei nostri risparmi, dei nostri investimenti e delle nostre spese sia legato alla sofferenza dovuta non tanto al non sapere amare quanto piuttosto al non avere o al non possedere punti fermi e sicuri e, oggi questo è un altro enorme paradosso.

Siamo immersi da tante, forse troppe, informazioni che ci circondano ovunque e contemporaneamente, che non le conosciamo sempre.

Abbiamo tutti mille informazioni in testa e chissà quante ne abbiamo di perse nei corridoi o meandri della nostra testa che mai più sappiamo dove e come le abbiamo acquisite.

Si, siamo ahimè immersi nell’Illusione della Conoscenza ove, pensandoci bene, non pensiamo mai da soli (2) perché sempre connessi grazie alla Tecnologia... Semplifica veramente?

Sì, di questo ne sono certa, ma occorre comunicare sempre.

Per i diversi aspetti di cui non ho scritto e lasciato aperto il tema, attendo vostro contatto per parlarne non tramite un articolo bensì de visus, ovvero incontrandoci in Agenzia per un Appuntamento al fine di Cavalcare l'onda del Cambiamento e non restarne travolti.

(1) “Soffriamo perché non amiamo”, Roberto Potocniak (pubblicato il 3 novembre 2018):
Un chiaro sintomo di assenza di amore in uno stesso, è il bisogno cronico e compulsivo di attenzione, di riconoscimento, di approvazione, e alle volte anche quello di commiserazione.
Uno stressare gli altri con i propri bisogni, che diventa una sorta di nevrosi appunto.
Lo chiamano “amore malato”, ma di fatto, si tratta solo di assenza di amore in uno stesso: il cuore è completamente chiuso.
Non esiste alcun amore malato…
Il cuore è semplicemente chiuso, sia dentro, verso se stessi, che fuori, verso gli altri e la vita.
Questa è la condizione nella quale si manifestano anche l’attaccamento, la dipendenza psicologica-emozionale, l’invidia, la gelosia, la rabbia, l’odio, la depressione, la paura, l’ansia ed il panico.
L’apertura del cuore guarisce tutti questi problemi; in sostanza, soffriamo perché non apriamo il cuore, e perché stiamo prendendo l’amore per altro.
Il cuore non si potrà aprire invece, quando prendiamo tutte queste emozioni negative come sintomi d’amore.
Amo dunque soffro?
A dire il vero è tutto il contrario.
Soffro perché non amo; soffro perché il mio cuore è chiuso.
Le emozioni negative sono una chiara indicazione d’avere il cuore chiuso ed anche una scarsa consapevolezza e coscienza di sé, il vivere scollegati da se stessi, dal proprio centro interiore. [Fonte: https://appuntidiletture.wordpress.com/2018/11/03/roberto-potocniak/]
(2) Titolo di un libro letto, sottolineato e annotato e non smesso di consultare degli autori S. Sloman e P. Fernbach.

 

Articolo del:



L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

Pianificazione finanziaria familiare, un metodo valido oggi e domani

La pianificazione finanziaria patrimoniale consente alle famiglie una maggiore conoscenza e tutela del patrimonio

Continua

Mercati finanziari: la necessaria consapevolezza

Soltanto un investimento finanziario vero e solido permette di mettere a frutto i propri risparmi, ecco alcune nozioni fondamentali da non dimenticare

Continua

La professione del consulente finanziario I

La professione di consulente finanziario si costruisce con pazienza e capacità professionali allo scopo di costruire una relazione di fiducia tra cliente e consulente

Continua

Pronti Contro Termine, rendimenti e vantaggi

Pronti Contro Termine, uno strumento finanziario utile per investire soldi a breve termine senza parcheggiarli in modo infruttuoso in conto corrente

Continua

Il Valore dei Valori: protezione e garanzia

Senza solidità, protezione e garanzia, che sono le fondamenta della consulenza, non è possibile raggiungere i propri obiettivi...

Continua

Intrappolati nella morsa delle sotto performances e dei tassi negativi

Quale atteggiamento intraprendere con una bassa propensione al rischio cercando valore per i propri soldi? L'importante è la consapevolezza dell’investimento

Continua

Consulenza finanziaria: credere nel futuro, il primo passo...

Solo il ritorno al passato è IMPOSSIBILE. Il resto è POSSIBILE, anche in ambito finanziario

Continua

La consulenza finanziaria non è una storia

Le storie raccontate quanto hanno realmente soddisfatto bisogni, esigenze, obiettivi e progetti? Trasparenza, Affidabilità, Rispetto, Fiducia (T.A.R.F.)

Continua

Ristrutturare il portafoglio finanziario permette miglioramenti

Il tempo, quando si parla di investimenti, è importante ed è opportuno valutarlo appropriatamente

Continua

Servizio di Consulenza Finanziaria, una relazione basata sulla fiducia

Come si trova il Consulente Finanziario? L'importanza della Relazione, fin dal primo incontro, è la prova della Qualità che non può che crescere

Continua

Cosa distingue l'investimento da una spesa?

L’investimento è il mezzo che serve a fare un determinato acquisto affinché produca i suoi frutti e permetta la realizzazione dello scopo

Continua

Perché investire nelle attività reali attraverso il Private Equity

Tutti noi investitori, risparmiatori e consumatori siamo emotivamente coinvolti dall'ambiente: metodo per restare immunizzati dall'elevata volatilità dei mercati

Continua

Incentivi e opportunità della Disciplina dei Fondi Pensione Complementari

La Disciplina dei Fondi Pensione Complementari offre vantaggi ai lavoratori, ma anche notevoli vantaggi economici all’impresa

Continua

Costruire, l’operazione di erigere solidità... anche finanziaria!

Fin dall’antichità si sa che qualsiasi costruzione deve avere basi solide per resistere al tempo. Lo stesso vale per la gestione finanziaria

Continua

Incentivi e opportunità anche per figli e nipoti

Spese per l'università, per l'avvio di un'attività in proprio o per l'acquisto di una casa: come aiutare il futuro dei figli

Continua

Sfatiamo l'errato mito del rischio degli investimenti

Non investire equivale a non rischiare? Il fondo materasso è veramente privo di rischi? Ogni giorno corriamo rischi enormi e maggiori di quelli dei mercati finanziari

Continua

Liquidità in attesa di sicurezza

Il luogo comune dei soldi sotto il materasso non è solo un caso italiano bensì anche dell’Eurozona come lo è anche la sempre maggiore ricerca di sicurezza

Continua

Consulente finanziario, aspetti fondamentali della professione II

Il lavoro della consulenza è di costruzione della Relazione Cliente-Consulente. Non può non includere la solidità consolidata nel tempo della struttura del Consulente

Continua

Investimento immobiliare, il Real Estate

I benefici del Real Estate, le modalità di acquisizione degli immobili, l'ordinamento giuridico italiano. L'importanza della Pianificazione Finanziaria

Continua

Cosa sono gli Investimenti Alternativi

Strumenti finanziari illiquidi fino a ieri destinati a investitori istituzionali e specializzati. Dotati di bassa correlazione con azioni ed obbligazioni

Continua

La consulenza finanziaria è soprattutto "incontro", quindi,"relazione"

Il tempo c’é. Il tempo è uguale per tutti. Abbiamo tutti, da sempre, 168 ore alla settimana da poter sfruttare ottimamente in una relazione di fiducia

Continua

La base della pianificazione finanziaria

Il monitoraggio periodico del bilancio familiare e la pianificazione finanziaria ti permetteranno di identificare e ridurre eventuali sprechi

Continua

Esistono “ragioni per non investire”?

Come investire: il problema della “miopia finanziaria” e del restare coinvolti dalle notizie del giorno

Continua

La professione del consulente finanziario III

Costanza, Preparazione e Studio: tre elementi importanti della Professione che vengono prima del prodotto e del servizio

Continua

Com’è cambiato il mondo, la finanza e il modo di investire

In trent'anni si è assistito a enormi cambiamenti. Ecco come investire oggi

Continua

Consulenza finanziaria Umana o Virtuale?

La Relazione Umana è l’unica ancora in grado di mettere in risalto ogni nostro aspetto quotidiano in conflitto sano con l’algoritmo

Continua

Emozioni in finanza

Vi siete posti degli obiettivi? Avete emozioni?

Continua

I 6 personaggi fondamentali ai tempi della crisi globale 2020

Ascoltiamo la pancia e le nostre emozioni tout court, non importa se queste ci fanno perdere soldi, oppure ascoltiamo il bravo Consulente Finanziario?

Continua

Tempo ed Epoca: il Mondo non finisce, continua...

Qualsiasi sia il tempo nell’epoca in cui ci si trova ci sono elementi alcuni comunque validi, alcuni altri da rivedere, revisionare o cambiare

Continua

La fondamentale necessità di un'efficace Task-Force

Ristrutturazione e Riorganizzazione amministrativo-finanziaria, produttiva valorizzazione delle risorse.

Continua

I cerchi della comunicazione anche in finanza

Ruolo sociale del Consulente Finanziario è anche quello di completare correttamente il puzzle di concetti e strumenti utili a costruire solidi progetti di investimento

Continua

Modello di servizio della consulenza finanziaria: concreta reciprocità

Il Service Agreement, o patto di servizio, è necessario per il consulente finanziario così come per il medico

Continua

Lavoro e Tecnologia: nella Consulenza Finanziaria l'umano non può mancare

Listino prezzi/costi dei momenti difficili che sono anche quelli più propizi sotto diversi aspetti, non solo quello del rendimento

Continua

BTP Italia: ecco perchè e per chi è conveniente

Il nuovo BTP Italia a 5 anni offre una cedola reale del 1,4% e si presenta vantaggioso per diverse ragioni

Continua

Finanziamenti agevolati nell'era del Covid

Come fare a districarsi nella giungla di decreti per valutare erogazioni del credito alle imprese molto competitive

Continua

Covid-19, crisi epocale e globale: l'importanza della gestione e della cultura finanziaria

La priorità ora è iniziare a costruire piani di investimento che consentano di risolvere i problemi di liquidità causati dal lockdown

Continua

Le cinque F quotidiane: Fisco, Finanza, Fortuna, Fare e Fiducia

Giugno è il mese dell'appuntameto col Fisco, ma anche quello per comprendere l'effettiva situazione delle nostre finanze

Continua

Virus, Referendum 2020, Instabiltà politica

Abbiamo trascorso mesi che ci hanno messo alla prova: cosa si è imparato o non imparato?

Continua

Comprare casa e intestarla ai figli, quali rischi?

Gli aspetti di cui tenere conto per chi acquista un immobile e lo intesta al figlio o ai figli sono diversi e importanti, da non sottovalutare

Continua