Gli obiettivi di investimento


Identificarli per investire meglio...
Gli obiettivi di investimento
Possiamo identificare tre principali obiettivi di investimento:
La rivalutazione del capitale nel tempo, non foss'altro per la manutenzione del potere di acquisto;
La protezione del capitale;
La fruizione di una rendita periodica (pensione integrativa, flussi cedolari, ecc...).
Accordarli e' impresa a volte molto ardua...
Proteggere il capitale ha un prezzo nel tempo, un rendimento ridotto...
Avere cedole/redditi periodici avra' il prezzo di avere poca crescita del capitale, per forza di cose...
Chi avra' come precipuo obiettivo flussi reddituali dovra' avere un portafoglio a bassa volatilita' per garantire sicurezza e costanza.
Chi vorra' costruire nel tempo somme in vista di eventi futuri (acquisto casa, universita' figli, pensione integrativa...) dovra' cercare rendimenti medi annui che tendano ad enfatizzare la crescita del capitale, quindi piu' volatili e performanti.
Chi vorra' la matematica certezza della protezione assoluta in ogni momento del capitale dovra' investire in strumenti di brevissimo termine ad alto rating od in forme assicurative come le gestioni separate, con rendimenti oggi prossimi allo zero o quasi.
Non esiste un investimento che possa fornire contemporaneamente un reddito certo alto ogni anno, una protezione del capitale investito e magari anche un alto potenziale di crescita.
Diversificare tra le diverse tipologie di investimento nelle giuste proporzioni ci aiutera' a raggiungere alcuni/tutti i nostri obiettivi.
La consulenza evoluta tende a creare per ogni obiettivo specifico un portafoglio dedicato, con un proprio var, un proprio orizzonte temporale ed un proprio monitoraggio attivo nel tempo.
Arrivo a dire che non dovrebbe esistere un piano di investimento adatto a due investitori diversi, per ovvi motivi.
Infatti non esistono due persone che si assomigliano ne' come personaita' ne' come situazione finanziaria-patrimoniale-reddittuale.
L'insieme delle caratteristiche di chi investe compone il profilo dell'investitore, di cui la profilatura Mifid e' solo uno dei passaggi, ma fondamentale per iniziare una seria anamnesi del cliente.

Articolo del:


di dott. Andrea Poggi

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse