Richiedi una consulenza in studio gratuita!

Trend or Random Walk?


Presunzione di scientificità o palese imprevedibilità del breve termine?
Trend  or  Random Walk?
Secondo i graficisti dell’analisi tecnica i mercati finanziari si muovono seguendo delle tendenze, o trends, ben definiti. Il trend viene individuato da una serie di massimi e minimi successivamente crescenti nel caso di una tendenza al rialzo, decrescenti in caso di una al ribasso, e rimane tale fino a che non si verifica la condizione contraria.

Sta all'analista tecnico riuscire a individuare la fase direzionale del mercato e riconoscere i potenziali livelli critici di inversione o di continuazione, impresa non facile direi se basata esclusivamente sull’analisi dei prezzi...

In caso sia impossibile individuare una direzione dominante nell'andamento dei prezzi è più corretto parlare di trend laterale piuttosto che di assenza di trend. La tendenza può quindi assumere tre direzioni, al rialzo, al ribasso, e laterale, cioe’ senza una direzione ben definita.

Il secondo postulato di base dell’analisi tecnica stabilisce che le quotazioni si muovono secondo una tendenza. Questo punto è quello centrale di tutti gli studi che riguardano un grafico. Senza accettare questa affermazione lo studio dei grafici perde di significato.

Non è così scontato che questo postulato venga riconosciuto come valido: secondo alcune teorie economiche tradizionali, come quella del "random walk", (passeggiata casuale) è impossibile pretendere di individuare ex ante una tendenza definita per i mercati finanziari.

Ci è voluto molto tempo prima che gli economisti teorici iniziassero a studiare in modo approfondito i fenomeni del caos (anagrammato caso...); agli inizi degli anni 80' i ricercatori iniziarono a prendere sul serio questo settore, studiando gli indicatori del caos (caso)economico e nel corso di pochi anni furono fatte una serie di importanti osservazioni, che vennero poi applicate alla finanza.

Ci sono indicazioni che esiste una imprevedibilità endogena sistematica in molti sottoinsiemi economici e finanziari. Anche quando i meccanismi di controllo sono forti o il caos (caso) non appare all'interno dei valori parametrici considerati, gli impulsi di altri sistemi caotici (casuali) faranno aumentare l'incertezza in modo considerevole...io piu’ che di caos (caso) parlerei di moltitudine di variabili non tutte controllabili e misurabili ex ante...molto piu’ semplice.

C'è, quindi, un riconoscimento crescente del fatto che il caos (caso) possa dare spiegazioni importanti per le previsioni economiche e che i modelli lineari (per esempio l’analisi tecnica e fondamentale) possano fornire un'immagine limitata della realtà. Studiare le bolle speculative, i mercati efficienti ed i mercati finanziari può sembrare un'impresa di appannaggio esclusivo degli economisti, ma gli ultimi quindici anni di disquisizioni sul tema hanno lasciato spazio alle materie più apparentemente lontane tra loro, come appunto tra le tante per esempio l’applicazione di modelli matematici (come quello dei frattali di Benoit Mandelbrot) alla finanza.

Il valore atteso del random walk (cioè la media della distribuzione di probabilità che lo governa) è la posizione iniziale, e le occasionali deviazioni, se si attende abbastanza, verranno controbilanciate da deviazioni di segno opposto...come nel famoso esempio del lancio dei dadi.

Avendo 2 dadi, se si effettuano un numero casuale di lanci i risultati possono variare dal 2 al 12, giusto? Effettuando pochi lanci c'è la possibilità di avere valori molto bassi o molto alti (come 2,3,4 oppure 10,11,12 - elevata dispersione), ma con un numero di lanci sempre maggiore, che tende all’infinito, avremo una concentrazione di valori medi (5,6,7,8,9) fino a corrispondere al valore medio vero e proprio (rappresentato dal numero 7), che corrisponde al valore atteso della distribuzione.

Questo modello implica che l'evoluzione del prezzo di uno strumento finanziario è essenzialmente casuale nel breve periodo e la migliore previsione del prezzo dell'istante successivo non può essere fatta solo sulla base del prezzo precedente e delle informazioni disponibili sul mercato.

Pertanto i movimenti dei prezzi e dei rendimenti non seguono alcuni trend o regolarità calcolabile a priori, ed i movimenti dei prezzi passati non possono essere usati per previsioni future certe...

I movimenti dei mercati sono influenzati da una miriade di variabili come, tra le tante, anche la psicologia delle masse, (vedasi le bolle speculative) e lo studio esclusivo dei prezzi passati equivale a mio avviso ad un medico che guarda le vecchie analisi del suo paziente e gli prescrive il farmaco...
In finanza si evidenzia che la formazione del prezzo di una azione è indipendente dal precedente prezzo di mercato per quella azione, e che la storia dei prezzi di quella azione non costituisce un indicatore affidabile per i prezzi futuri di lungo periodo della medesima.

In poche parole il movimento dei prezzi nel breve periodo sarebbe casuale ed imprevedibile (si parla di processo stocastico), ed io concordo pienamente.

Quindi agli scettici della pura analisi tecnica l'analista dei grafici e dei prezzi può opporre solo l'esperienza empirica. Vi sono alcuni casi in cui è infatti difficile pensare che una tendenza non esista, ma infatti esiste...ci mancherebbe, ma...da questo postulato deriva un semplice corollario proprio dell’analisi tecnica: un trend rimane tale finché non viene negato...!
"un quarto d’ora prima di morire era ancora in vita",...c’est Lapalisse!!!

Articolo del:



Non è presente nessuna recensione!


Aggiungi ai tuoi preferiti e visualizza in seguito

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

La tassa che non si vede...ma che c'e'...

Come evitare una "tassa" che nel tempo potrebbe fare la differenza...

Continua

Le nostre trappole cognitive

L'eccesso di fiducia...classica trappola cognitiva...

Continua

Il risparmio tradito dai fallimenti bancari

Se fosse stata fatta una corretta pianificazione finanziaria, molte persone non avrebbero visto l'azzeramento delle loro posizioni

Continua

A proposito della diversificazione...

Non solo uova nei panieri...e guarda bene dentro alle uova...

Continua

L'home country bias...

...Ma non e' definitivamente arrivata l'ora di internazionalizzare i propri portafogli???

Continua

A ciascuno il suo PIR!

Ragionamenti sui Pir...

Continua

Le misure del rischio...

...Alcune voci ancora sconosciute a molti clienti...

Continua

Cambiare si può, sempre!

Trovare nuovi interlocutori nel mondo dei servizi finanziari

Continua

L'investimento sostenibile

A new way of thinking and investing....

Continua

La cultura finanziaria degli italiani

Tanto lavoro ancora da fare...

Continua

Avete commodities nel vostro portafoglio?

Materie prime per diversificare....

Continua

Assicurare il "capitale umano"...

...per una più efficiente allocazione dei nostri risparmi e per proteggere noi e la famiglia

Continua

"Effetti" PIR....

...ottenuti ed ottenibili...

Continua

Investire nei mega trends...

Un occhio al futuro già tra noi....

Continua

I cigni "grigi"...

Alcune considerazioni su potenziali variabili future

Continua

Sell off o Take profit?

Due significati ben diversi...

Continua

Investire nell'inflazione...

"Inflation linked" funds

Continua

L'Alpha ed il Beta

Per capire meglio...

Continua

Quanto è solida la tua banca?

Alcuni ratios per indagare...

Continua

Obbligazionario emergente

I perché di un sì...

Continua

Top Down e Bottom Up

Due diversi approcci

Continua

L'effetto "valuta"

Are you hedged or not?

Continua

La durata dello strumento finanziario

Si parla di obbligazionario...

Continua

Il ruolo delle banche centrali

Bce, Fed, Boe, BoJ & Company

Continua

La sensibilita' ai tassi

Un esempio numerico...

Continua

Strumenti derivati e loro rischiosità

Anche gli esperti pagano pegno

Continua

L'orizzonte temporale e l'orizzonte disponibile

Nodi gordiani da risolvere con il cliente...

Continua

Il ritorno della volatilità

...E di alcune vendite indiscriminate

Continua

Due piccoli suggerimenti

Per i clienti piu' prudenti...

Continua

Inflazione ed inflazione "core"

A quale delle due guarda la BCE?

Continua

Maximum drawdowns e Recovery periods

Due ragionamenti in merito...

Continua

Rischio eliminabile e non

Specifico e sistemico...

Continua

La tolleranza al rischio

Sulla carta e nella realtà...

Continua

Gli obiettivi di investimento

Identificarli per investire meglio...

Continua

Ancora sulla diversificazione...

E sui suoi principi cardine...

Continua

Il Benchmark...

Utilizzo e funzioni

Continua

Bonds esteri...

No fai da te, grazie!!!

Continua

L'asset allocation strategica

Per il medio-lungo periodo...

Continua

L'asset allocation tattica

Per il breve termine...nel rispetto del profilo del cliente

Continua

L'asset allocation dinamica

A meta' strada tra la strategica e la tattica...

Continua

I bias cognitivi

La predisposizione della nostra mente a commettere errori...anche nella finanza personale

Continua

Rischio = Soluzione

2018, usiamo il buon senso!

Continua

Le formule "multiramo"

Unire la garanzia del capitale alla gestione attiva dei fondi...

Continua

Breve storia del Dow Jones....

...E di cosa succede sui mercati azionari

Continua

Ancora sul drawdown e sui tempi di recupero

Alcuni dati presi dalla storia e dai fondi

Continua

La decorrelazione...

...Parola ancora poco conosciuta ma vitale ai fini della diversificazione

Continua

Come scegliere il conto corrente

Che, ricordo, non e' una forma di investimento...

Continua

La liquidità

Il grande amore degli italiani

Continua

La rotazione settoriale azionaria

La rotazione settoriale riguarda le allocazioni azionarie settoriali più indicate a seconda del ciclo economico in atto

Continua

Investire nell'azionario Giappone...

...Le cose sembrano migliorate!

Continua

Value o Growth?

Si parla di azionario...

Continua

Investire nell'azionario del nord europa...

...Norvegia, Svezia, Danimarca, Finlandia...

Continua

American duties

Davvero un ritorno al protezionismo???

Continua

Alcuni consigli da uno che se ne intende...

Il "value investor" per eccellenza

Continua

I mercati obbligazionari nel 2018

Alcune considerazioni in merito

Continua

Investire nelle azioni da dividendo

....Quelle che distribuiscono gli utili!

Continua

L'arbitro per le controversie finanziarie (ACF)

Per risolvere eventuali liti tra risparmiatori ed intermediari

Continua

Il "Buy back"

Il riacquisto di titoli propri

Continua

Ciclo economico, Pil ed inflazione

Tre voci per sovrapesare e sottopesare le tre asset classes piu' utilizzate

Continua

La politica dei dazi americana...

...Alcune riflessioni in merito

Continua

"Preservazione e crescita"

-81,51% da inizio 2018!

Continua

Le gestioni separate

Utili alleate ai portafogli di fondi!

Continua

Le obbligazioni convertibili

Meglio attraverso il risparmio gestito...

Continua

AI....artificial intelligence

Anche nella gestione degli investimenti?

Continua

Mediare il prezzo di carico

Si, ma su strumenti di risparmio gestito

Continua

Investire nell'azionario finanziario

Sempre mediante le migliori expertises del gestito

Continua

Proteggere i propri risparmi

Le prime, mai scontate, avvertenze...

Continua

In the name of Powell...

...A more aggressive Fed!

Continua

Paura e avidità

Debellate da una corretta pianificazione finanziaria!

Continua

Tori, Orsi, Falchi, Colombe & C.

Nel linguaggio della finanza

Continua

Investire nei mercati emergenti

Asset class ancora scarsamente detenuta...

Continua

La "Goldilocks Economy"

Un saluto a Riccioli d'Oro...

Continua

I fondi/sicav a distribuzione dei proventi

Per integrare il reddito o la pensione...

Continua

Paura e avidita'

Debellate da una corretta pianificazione finanziaria!

Continua

Il KIID

"Key Investor Information Document"

Continua

Il NAV

"Net asset value"

Continua

Concentrarsi sui fondamentali di medio/lungo termine

Per non farsi fuorviare dagli innumerevoli "rumours" quotidiani

Continua

Una bolla sui Pir?

...Al momento non parrebbe proprio!

Continua

Stock picking & C.

(Altro che il fai da te....)

Continua

L'orientamento al presente...

Il contrario della pianificazione!

Continua

Far fede ai propri costi sommersi

Frequente errore di finanza comportamentale...

Continua

Azioni od obbligazioni?

...Domanda sbagliata!

Continua

Diventare attivi centenari...

...Grazie anche a sagge scelte finanziarie!

Continua

Ma cosa significa "pianificare"?

Le fasi delle diverse pianificazioni

Continua

I pessimisti dovranno forse ancora aspettare...

E probabilmente, sara' ancora "america first"!

Continua

Mettere Cina in portafoglio...

...Il mercato emerso...non piu' emergente...

Continua

Bonds Argentina

Verso un altro default?

Continua

Azionario Italia

L'indice europeo piu' performante da inizio 2018...

Continua

La Banca Depositaria

...Questa sconosciuta...o no?

Continua

Le profezie che si auto-avverano

Una predizione puo' determinare un evento?

Continua

L'abbinata vincente

...Medio lungo periodo e controllo emozionale

Continua

Lo spread

Il differenziale di tasso su due misure comparabili

Continua

Essere fiscalmente residenti in Italia

Necessario requisito per il Pir

Continua

Investire nell'acqua

(...Evitando di fare buchi...nella medesima!)

Continua

La composizione del portafoglio di un fondo

"L'informazione e' la risoluzione dell'incertezza"

Continua

Le "NIC"

"Nazioni di recente industrializzazione"

Continua

"From Russia with .....profit"

Investire nell'azionario Russia

Continua

L'investitore "medio" italiano...

Chi e' e cosa eventualmente proporgli?

Continua

I meccanismi dell'influenza sociale

Bolle finanziarie ed altro...

Continua

C'è emergente ed emergente...

...Compito del gestore fare attenta selezione!

Continua

Stocks for the long run!

Azionario per il lungo termine!

Continua

Stocks for the long run!

Azionario per il lungo termine!

Continua

Gli indici di mercato

"Value weighted" & "equally weighted"

Continua

La fine del "Quantitative Easing"

Politica monetaria della Bce: si cambia!

Continua

Cresce la voglia di risparmio gestito...

...Ancora però poco consapevole!

Continua

“Market timing” or “buy and hold”?

“Centrare” i momenti perfetti o mantenere nel tempo l’investimento?

Continua

La volatilità

Tipologie e caratteristiche

Continua

Successioni e donazioni

Principali caratteristiche

Continua

Revisione delle imposte di successione?

Potrebbe accadere, altro che...

Continua

Azionario Europa vs azionario America

Un’occhiata ai loro “price earnings ratios” …

Continua

Uomo o macchina?

Consulente o robot?

Continua

Fondi e Sicav contro Etf

Alpha e Beta… o accontentarsi del solo Beta?

Continua

Alla spasmodica ricerca del rendimento

...ma il rischio connesso lo dimentichiamo?

Continua

Polizze vita: all'interno mica tutte uguali!!!

L’evoluzione dell’offerta spinta dai mercati odierni e futuri...

Continua

I costi della liquidità

"Chi non risica non rosica"

Continua

Non c'è pianificazione senza polizze vita!

Sveliamo alcuni loro fondamentali vantaggi...

Continua

Alla ricerca del dividendo

Attuale ma soprattutto...sostenibile!!!

Continua

Chiedere un mutuo

Ecco quali sono i passi essenziali

Continua

I fondi "Ucits"

Ma di cosa si tratta?

Continua

QE, QT, Tapering...

Un po' di chiarezza...

Continua

Investire nell'azionario America oggi?

Meglio forse parlare semplicemente di azionario e fare alcuni fondamentali ragionamenti!

Continua

Il profilo di rischio

Cos'è la cosiddetta "profilatura del cliente"?

Continua

Gli obiettivi dichiarati da un fondo

Qualsiasi fondo comune/Sicav deve necessariamente dichiarare un obiettivo nella nota informativa

Continua

I mercati azionari dal 2000 ad oggi...e in futuro?

Una recente ricerca pare mostrare che in futuro il Far East sarà sempre più il centro di convergenza dei capitali di tutto il mondo

Continua

Ma chi è il "gestore delegato"?

Perchè talune società di gestione utilizzano il cosiddetto "gestore in delega"?

Continua

Allocare le proprie risorse in base agli scenari futuri…

I tre mega-macro trends di mercato indicano come investire nel medio-lungo periodo

Continua

Il rischio di credito ed il rating

Come valutare il rischio di credito e il rating per le emissioni obbligazionarie e per i fondi comuni/sicav

Continua